Contenuti

 

Generale

1. Ultime notizie

2. Volume di fornitura eSense Skin Response

3. Dati tecnici

4. Dichiarazione di conformità CE

5. Contatto

 

Conduttanza cutanea

6. Informazioni generali sulla conduttanza cutanea

7. Risposta cutanea e formazione al biofeedback

8. Risposta di conduttanza cutanea (SCR)

 

Formazione al biofeedback

9. Preparazione e avvio dell’applicazione

10. Procedure

11. Formazione gratuita

 

Elettrodi e accessori

12. Tipi di elettrodi

13. Possibili posizioni degli elettrodi

14. Estensione del cavo di eSense

15. Lampadine intelligenti (facoltative)

 

eSense App (Android / iOS)

16. Funzioni dell’applicazione Mindfield eSense

17. Note generali

18. Vista generale e formazione aperta

19. Pacer del respiro (opzionale)

20. Serpente Biofeedback

21. Sondaggio (facoltativo)

22. Grafici a torta (dopo una misurazione)

23. Panoramica della procedura

24. Procedure editor

25. Aggiungere un nuovo modulo

26. Panoramica dei moduli

27. Creazione di una procedura

28. Meditazioni

29. Media propri (foto, video e audio)

30. Impostazioni (Panoramica)

31. Acquisti in app

32. Archivio (panoramica)

33. Archivio (vista individuale)

34. Funzione marcatore

35. Dispositivi Android e iOS compatibili

36. Adattatore per dispositivi Android e Apple

 

eSense Web App (www.esense.live)

37. applicazione web eSense

 

Account e Cloud (opzionale)

38. Account e Cloud

39. Gruppi

40. Informativa sulla privacy

 

1. Ultime notizie

Novità della versione 6.7.7

Abbiamo revisionato l’intera app per migliorare la stabilità e le prestazioni e abbiamo aggiunto alcune nuove funzioni.

  • Aggiunto un nuovo supporto per le smart bulb per le connessioni/lampade Bluetooth Philips Hue: non è più necessario un bridge, ma è ancora supportato
  • Miglioramento del feedback delle smartbulb per eSense Pulse
  • Funzionalità Smartbulb migliorate nelle procedure e nella formazione aperta

Trovate il manuale aggiornato e le FAQ nel nostro helpdesk: https://help.mindfield.de

Consultate il nostro canale Youtube con i video tutorial sugli Smartbulb: https://www.youtube.com/c/Mindfield-Biosystems

2. Volume di fornitura eSense Skin Response

Volume di fornitura eSense Skin Response

  • Sensore Mindfield® eSense Skin Response
  • 2 elettrodi in velcro (e due elettrodi di ricambio)
  • app eSense di Mindfield (Apple App-Store o Google Play)

La fornitura comprende eSense Skin Response Sparset con elettrodi supplementari

  • Sensore Mindfield® eSense Skin Response
  • app eSense di Mindfield (Apple App-Store o Google Play)
  • 2 + 4 elettrodi in velcro
  • 50 elettrodi adesivi monouso in gel EDA
  • 2 elettrodi EDA a clip da dito senza gel

Note

Se si desidera un cavo più lungo tra l’eSense e lo smartphone o il tablet, è possibile prolungare il cavo originale dell’eSense. Per ulteriori informazioni, consultare il nostro articolo.

Alcuni dispositivi iOS più recenti, privi del classico jack per cuffie da 3,5 mm, necessitano di un adattatore. Per saperne di più, leggete il nostro articolo.

3. Dati tecnici

Misurazione con tensione continua con una sorgente di tensione di 0,61 V CC e una resistenza della sorgente di 61,5 kOhm.

La corrente ausiliaria massima del paziente in corrente continua, secondo la norma EN-60601 sui dispositivi medici, rientra quindi nel limite di 10uA in corrente continua.

Frequenza di campionamento: 5 Hz (5 valori misurati al secondo). I valori misurati vengono salvati per l’esportazione dei dati e possono essere esportati nell’app come file CVS.

Risoluzione dei valori misurati: 18bit, arrotondati a 2 cifre decimali, ovvero 0,01uS nell’esportazione dei dati senza arrotondamento.

Campo di misura: da 10 kilo-ohm a 1 mega-ohm, corrispondenti a 100uS… 1uS. Possibile deviazione media di +- 5% sull’intero campo di misura.

4. Dichiarazione di conformità CE

in conformità alle seguenti direttive:

Compatibilità elettromagnetica (EMC) (2004/108/CE)
RoHS Sostanze vietate (2011/65/UE)
WEEE Rifiuti di apparecchiature elettriche (2002/96/CE e 2008/34/CE)

Il produttore / distributore / rappresentante autorizzato

Mindfield Biosystems Ltd.
Hindenburgring 4
D-48599 Gronau
Germania

WEEE-Reg. No. DE 24465971

dichiara che il seguente prodotto:

“Mindfield® eSense Skin Response”

è conforme alle disposizioni delle direttive sopra indicate, compresi gli emendamenti in vigore al momento della dichiarazione.

Sono state applicate le seguenti norme armonizzate:

DIN EN 60950-1 Apparecchiature informatiche – Sicurezza – Parte 1: Requisiti generali (2011-01)

DIN EN 55022 Apparecchiature per la tecnologia dell’informazione – Caratteristiche di radiodisturbo (2008-05)

DIN EN 55024 Apparecchiature per la tecnologia dell’informazione – Caratteristiche di immunità (2011-09)

Luogo: Gronau
Data: 20 agosto 2017

Niko Rockensüß, Amministratore delegato

Il Mindfield eSense deve essere smaltito come rifiuto elettronico in conformità ai requisiti di legge.
WEEE-Reg.-Nr. DE 24465971

5. Contatto

Mindfield® Biosystems Ltd. – Hindenburgring 4 – D-48599 Gronau

Tel: + 49 (0)2565 406 27 27 – Fax: + 49 (0)2565 406 27 28 – E-Mail: info@mindfield.de

In caso di domande, problemi o richieste di garanzia, vi preghiamo di contattarci via e-mail, utilizzando il modulo di contatto o visitando il nostro sito Web all’indirizzo www.mindfield.de per ulteriori informazioni

Non inviateci mai pacchi non richiesti o in porto assegnato, non possiamo accettarli.

    Anti-Spam Frage:
    captcha

    6. Informazioni generali sulla conduttanza cutanea

    Il termine “conduttanza cutanea” si riferisce alle variazioni misurabili delle proprietà bioelettriche della pelle. La conduttanza cutanea dipende dall’attività delle ghiandole sudoripare della pelle e reagisce anche ai più piccoli cambiamenti, che non percepiamo come mani bagnate. Una piccolissima tensione elettrica, del tutto innocua e impercettibile, viene applicata alla pelle attraverso i due elettrodi dell’eSense Skin Response, sui quali scorre una piccolissima corrente. Maggiore è l’attività delle ghiandole sudoripare, più umida diventa la pelle e migliore è la conduzione della corrente. Di conseguenza, la conduttanza cutanea aumenta.

    L’eSense Skin Response misura la conduttanza cutanea in micro-Siemens (µS, µ significa “milionesimi” e “Siemens” è l’unità di misura della conduttanza). Anche il termine “resistenza cutanea” è comunemente usato per descrivere lo stesso fenomeno e si riferisce al reciproco della conduttanza cutanea (1S = 1/Ω).

    L’attività delle ghiandole sudoripare della pelle è determinata dal sistema nervoso autonomo. I sistemi nervosi simpatico e parasimpatico fanno parte del sistema nervoso autonomo. Le ghiandole sudoripare della pelle sono innervate esclusivamente a livello simpatico, cioè senza l’influenza del sistema nervoso parasimpatico, e sono quindi un buon indicatore della “tensione interna”. Quando è esposto a stimoli di stress, il sistema nervoso simpatico attiva tutte le funzioni di emergenza dell’organismo e lo mette in uno stato di massima prontezza all’azione: il polso e la pressione sanguigna aumentano, il livello di glucosio nel sangue sale per fornire una fonte di energia rapidamente disponibile e il livello di attenzione diventa più alto. Di fondamentale importanza per la procedura di misurazione qui illustrata è l’inumidimento delle mani.

    Spesso conosciamo queste situazioni anche dalla nostra vita. Pensate, ad esempio, a un discorso tenuto davanti a un gruppo o a un colloquio di lavoro. Se vi siete emozionati in queste situazioni, ricorderete sicuramente le proverbiali mani fredde e sudate?

    Una teoria sulla causa di questo fenomeno è che le mani umide dei nostri antenati permettevano loro di avere una presa migliore quando si afferravano in situazioni di stress, ad esempio quando si fuggiva da un terreno. Una volta terminata la situazione di minaccia, il sistema nervoso parasimpatico prende il sopravvento: le pulsazioni e la pressione sanguigna rallentano, il glucosio circolante nel sangue diminuisce. L’organismo passa al riposo per garantire il recupero. Le mani tornano ad essere secche.

    L’aumento dell’attività delle ghiandole sudoripare e quindi l’aumento della conduttanza cutanea è chiaramente visibile sotto l’influenza di uno stimolo di stress. Questo stimolo può essere un’attività mentale, un’eccitazione emotiva, una respirazione profonda o anche uno spavento, per esempio un battito di mani inaspettato o la caduta rumorosa di un oggetto sul pavimento. Provatelo subito con l’eSense!

    Combiniamo la misurazione e il feedback della conduttanza cutanea nell’app eSense con esercizi di rilassamento guidati, comprese le meditazioni guidate, e vi offriamo un’esperienza complessiva che va oltre il biofeedback. Oltre alle ampie opzioni di feedback, avete la possibilità di valutare le vostre misurazioni con numerose statistiche, di documentare i vostri progressi e di esportare le registrazioni come file CSV e PDF. I vostri dati appartengono solo a voi! Avete pieno accesso ai dati grezzi.

    7. Risposta cutanea e formazione al biofeedback

    Lo stress e i suoi sintomi vegetativi possono essere notevolmente ridotti attraverso il training di biofeedback, in cui si lavora intenzionalmente sull’abbassamento della risposta cutanea.

    La risposta cutanea è uno strumento universale per il training di biofeedback. È ampiamente utilizzato nella terapia dell’ansia, dei disturbi da panico e di fobie specifiche. Altri campi di utilizzo sono l’ipertensione, gli acufeni e i disturbi del sonno. Se soffrite di un disturbo o di una condizione medica grave, consultate sempre un medico o un terapeuta professionista e non cercate di curarvi da soli. L’eSense Skin Response non è un dispositivo medico e può essere utilizzato solo per l’allenamento alla riduzione dello stress.

    Lo Skin Response è un dispositivo preciso. È in grado di misurare i più piccoli cambiamenti che sarebbe impossibile riconoscere da soli. Date un’occhiata al seguente esempio di misurazione per capire quanto siano perspicaci i risultati

    Esempio di curva di misurazione eSense Skin Response con diversi picchi chiaramente visibili
    a causa di fattori di stress. I picchi vengono riconosciuti e colorati dall’applicazione.

    Le misurazioni vengono effettuate posizionando due elettrodi su due polpastrelli della stessa mano. Il lato inferiore dell’elettrodo, di colore scuro, deve essere in buon contatto con la pelle. Sono possibili anche altre posizioni per gli elettrodi e altri tipi di elettrodi.

    L’obiettivo dell’allenamento al feedback è duplice: La riduzione del livello permanente di base dello stress e la riduzione della risposta immediata dello stress a uno stimolo particolare. Un training di biofeedback consiste in quattro fasi di training. Programmate per il primo allenamento circa 60-90 minuti di tempo libero in cui potete condurre l’allenamento in modo indisturbato e flessibile.

    Occorre inoltre distinguere tra i diversi tipi di stress. Esiste lo “stress cattivo”, il distress, e lo “stress buono”, l’eustress. Bisogna chiedersi se si è stressati perché ci si sente sopraffatti e si è arrabbiati per qualcosa o perché si è sconvolti. Oppure siete “stressati” perché siete pieni di energia e siete eccitati? In entrambi i casi, l’eSense Skin Response mostra valori elevati. Tuttavia, nel primo caso, questo va giudicato negativamente. Nel secondo caso, si può semplicemente godere e sfruttare lo stato attivo o euforico.

    8. Risposta di conduttanza cutanea (SCR)

    La conduttanza cutanea contiene due componenti: il “livello” tonico, statico, e le “reazioni” fasiche, fluttuanti, che di solito vengono indicate come risposte della conduttanza cutanea (SCR).

    Mentre il “livello” è ben rappresentato dalla media dei valori misurati, l’eSense Skin Response misura anche la quantità di Skin Conductance Response (SCR) al minuto. In generale, un numero più elevato di SCR al minuto è un indicatore di maggiore stress. L’esperienza, che è in linea con la letteratura scientifica, suggerisce che[1] suggerisce che un quadro “rilassato” è compreso tra 0 e 5 SCR al minuto. Da 6-9 SCR/min inizia uno stato animato. A partire da 10 o addirittura da 16 SCR/min, si può ipotizzare un livello di stress o addirittura di stress elevato.


    [1] Boucsein, W. B. (2011). Attività elettrodermica (2. Aufl.). Berlino, Germania: Springer.

    L’SCR è ottimo per confrontare le sessioni di biofeedback tra loro. Se l’obiettivo dell’allenamento è la riduzione dello stress, la quantità di SCR/min dovrebbe diminuire nel corso di diverse sessioni. Nell’archivio dell’applicazione, è possibile confrontare le diverse sessioni tra loro.

    Il valore medio in µS di una sessione è un indicatore del “livello”, cioè di quanto è alto il livello di base della tensione o della distensione. Si dovrebbe cercare di abbassare questo valore anche durante l’allenamento di riduzione dello stress. Il valore medio prende in considerazione anche l’SCR e viene falsato con molti SCR/min. Pertanto, per determinare il proprio “livello di stress” in µS, si dovrebbe utilizzare un fotogramma il più tranquillo possibile senza SCR.

    Nell’applicazione eSense abbiamo colorato gli SCR/min. Gli SCR bassi sono verdi o gialli e gli SCR/min alti sono arancioni o rossi. Durante la misurazione, gli SCR riconosciuti sono colorati all’interno della curva. Due esempi tratti dalla nostra applicazione:

    Esempio di misurazione in uno stato di rilassamento con pochi SCR/min (verde e giallo)
    Esempio di misurazione in stato di stress con più SCR/min
    (giallo e arancione)

    Nel diagramma di destra è riportato anche il tempo in cui i valori aumentano, diminuiscono o sono rimasti costanti. Con l’aumento della sollecitazione, la curva sale più spesso e più a lungo di quanto si mantenga stabile o scenda. Questo è anche un parametro ideale per analizzare e confrontare le sessioni di biofeedback.

    L’intero processo di rilevamento e calcolo dell’SCR è un ciclo di quattro fasi:

    1. Stato di ascolto
    2. Determinazione se l’aumento del segnale è davvero un SCR
    3. Raccolta e calcolo della SCR e ascolto asincrono della fase di recupero della SCR
    4. Avvio della fase di recupero e fine della fluttuazione
    Stato di ascoltoDeterminare se il segnale di aumento è davvero un SCR
    Avvio della fase di recupero e fine della fluttuazioneRaccolta e calcolo di SCR e ascolto asincrono per la fase di recupero SCR

    Le 4 fasi in dettaglio


    1. Stato di ascolto

    Il ciclo inizia nella prima fase, lo stato di ascolto. Questo è lo stato standard predefinito.

    2. Determinazione dell’aumento del segnale

    Esistono due modi per rilevare l’inizio di un avvio dell’SCR. I valori possono aumentare lentamente con un piccolo passo o molto velocemente con una grande ampiezza. In questo modo si creano le seguenti condizioni:

    1. Il segnale aumenta costantemente per 2 secondi
    2. La differenza tra il segnale attuale e il valore di base presunto (il valore che viene considerato come il primo valore nel segnale crescente. Ma in questa fase, non è ancora confermato come valore di base) è superiore a 0,5 micro siemens.
      In parole povere, l’applicazione reagirà a un aumento improvviso del segnale e lo confermerà come inizio della fluttuazione, senza attendere 2 secondi (come nella prima condizione)

    Se il segnale scende anche solo di 0,1 micro siemens durante l’aumento, l’app abbandona questa seconda fase e torna alla prima fase (lo stato di ascolto). In caso contrario, continuerà con le due fasi successive 3 e 4.

    3. Raccolta e calcolo dell’SCR (fluttuazione)

    Se una delle due condizioni della seconda fase è soddisfatta, l’applicazione entra nella terza fase, la fluttuazione. Il primo segnale del periodo di fluttuazione è il valore di base di un segnale di fluttuazione. Durante l’intero periodo di fluttuazione, l’applicazione rileva l’ampiezza che cambia costantemente. Quindi l’applicazione inizia a calcolare gli eventi SCR a livello globale e in una finestra temporale di un minuto. Il risultato è il valore SCR/min.

    4. Avvio della fase di recupero

    Si considera che la fluttuazione entri nella fase di recupero (fine della fluttuazione) quando il segnale scende di oltre il 50% dell’ampiezza massima del periodo di fluttuazione.

    Questa è anche la fase in cui il colore del grafico viene modificato (in base alla quantità di eventi SCR che si sono verificati). Anche i colori dello sfondo SCR vengono calcolati (dividendo gli intervalli di tempo in segmenti uguali e ottenendo la somma degli eventi SCR di ciascun segmento).



    9. Preparazione e avvio dell’applicazione

    Creare le condizioni necessarie per una formazione di successo:

    • trovare una stanza tranquilla (telefono cellulare ecc. spento)
    • temperatura adeguata di 20-22° C (68-72° F)
    • posti a sedere comodi
    • abbigliamento comodo

    È necessario evitare tutte le condizioni che possono far sudare per motivi puramente fisici, come un’intensa attività fisica prima dell’allenamento o un’intensa luce solare e calore. Ciò potrebbe falsare i valori misurati. Per ottenere risultati comparabili, si dovrebbe cercare di mantenere costanti le condizioni iniziali e ambientali per tutta la serie di sessioni di allenamento.

    Rispetto ad altre tecniche di biofeedback, sono necessarie meno sessioni per ottenere un successo affidabile. 6-10 sessioni dovrebbero essere sufficienti. Per mantenere la concentrazione durante l’intera sessione, è necessario limitare la durata di ogni sessione a circa 30 minuti. Se iniziate a sentirvi stanchi durante l’allenamento, dovreste accorciare le sessioni ed esercitarvi più spesso.

    Fissaggio degli elettrodi in velcro

    Avvolgere i due elettrodi intorno alle falangi superiori o medie del dito indice e medio della stessa mano. Il lato scuro inferiore degli elettrodi deve essere in buon contatto con la pelle. È consigliabile utilizzare la mano non dominante (ad esempio, la mano sinistra per i destrimani) perché la pelle tende a essere meno callosa. Collegare i cavi e avvolgere ancora una volta il nastro intorno alle loro clip per garantire un contatto stabile.

    eSense Skin Response in uso con un tablet

    Non bisogna fissare gli elettrodi con un nastro adesivo né troppo forte, in modo da bloccare la circolazione sanguigna, né troppo debole, in modo da farli scivolare e muovere. Appoggiate la mano su un supporto comodo dove possa riposare.

    Un’altra nota: se i valori sono inferiori a 1µS, il contatto elettrico attraverso la clip è difettoso, oppure la pelle è secca e forse callosa. Controllare le clip di contatto o cambiare la mano o la posizione degli elettrodi, se necessario. Se la conduttanza è permanentemente negativa, nelle FAQ di eSense Skin Response abbiamo elencato diversi suggerimenti per migliorare la conduttanza. Di solito sono necessari elettrodi in gel. Non continuare l’allenamento se i valori sono inferiori a 1µS e risolvere prima la causa.

    Il passo successivo è avviare l’applicazione. All’inizio è possibile scegliere tra un allenamento gratuito e una procedura. Si consiglia di iniziare con una procedura. Di seguito vi presentiamo entrambe.

    Scegliere tra la procedura e l’addestramento gratuito dopo l’avvio dell’applicazione

    10. Procedure

    Una procedura è composta da diversi moduli assemblati. Con questa nuova funzione, è possibile costruire la perfetta guida individuale al rilassamento, eseguire un test da sforzo, utilizzarla per un training di biofeedback predefinito o utilizzarla per la ricerca.

    Le possibilità sono molteplici. Durante la procedura, la risposta cutanea o la temperatura (a seconda del sensore eSense in dotazione) vengono registrate e, al termine della registrazione, è possibile visualizzare i risultati per ciascun modulo e in totale.

    Panoramica dopo una procedura

    Si consiglia di provare le procedure dimostrative incluse nell’applicazione. Queste vi daranno una panoramica guidata dei diversi moduli e delle funzioni delle procedure.

    Le procedure incluse sono inoltre protette da una password, in modo che non possano essere modificate o cancellate accidentalmente. È possibile creare in qualsiasi momento una copia delle procedure senza password e modificarle a piacimento.

    Nelle impostazioni del capitolo procedure viene spiegato in dettaglio come creare e modificare le proprie procedure.

    11. Formazione gratuita

    Come seconda opzione, è possibile effettuare una formazione gratuita. Questa differisce dalle procedure in quanto è un po’ più complessa. Di seguito spieghiamo la procedura tipica di un allenamento libero, che consiste in 4 fasi di allenamento.

    Preparazione e inizio

    1. Seguire le prime fasi di preparazione del capitolo precedente e selezionare un allenamento libero nella schermata di selezione dopo l’avvio dell’app

    2. Toccare Avvia e dare una prima occhiata ai valori misurati.

    3. Quando si interpreta la curva di misurazione, è importante considerare i parametri tonici e fasici. Per componente tonica si intende il livello di conduttanza a lungo termine, cioè il livello di base su cui si muove la curva. I valori numerici di questo parametro possono variare notevolmente da individuo a individuo; i valori più comuni sono compresi tra 1 e 15µS.
      Le componenti fasiche, invece, sono fluttuazioni più rapide (fluttuazioni, indicate nell’applicazione come “SCR” (Skin Conductance Responses)) del valore misurato, cioè momenti in cui la curva sale rapidamente e poi scende di nuovo o viceversa. Queste possono verificarsi spontaneamente o in risposta a uno stimolo. Uno stimolo può essere innescato sia dall’interno (pensieri, ricordi, emozioni) sia dall’esterno (immagini, suoni, eventi).

    4. Con l’aumento della tensione, aumentano sia il livello di conduttanza sia il numero di fluttuazioni spontanee! A riposo, il livello generale è basso e anche le fluttuazioni spontanee si verificano meno frequentemente.
    Esempio di una situazione di tensione crescente
    Esempio di fase di riposo

    Prima fase di allenamento (osservazione e sperimentazione, determinazione dello stato EFFETTIVO)

    1. Innanzitutto, stabilire una linea di base di 10 minuti (stato di base senza influenza) a riposo. Cercate di rilassarvi il più possibile e NON osservate i valori misurati durante questi primi 10 minuti, poiché ciò falsificherebbe la misurazione.

    2. Osservate la vostra curva e il livello di conduttanza cutanea attorno al quale si è mossa la curva dopo i primi 10 minuti. Ci sono state sezioni di aumento? Il livello è rimasto sostanzialmente invariato? Oppure la curva scende lentamente durante la misurazione? Come valutate voi stessi la vostra capacità di rilassarvi durante la misurazione? Forse siete già in grado di stabilire un collegamento tra la curva e la tensione o il rilassamento che provate. Se così non fosse, non c’è problema: questo verrà da sé. Osservate il valore medio della curva e il numero di fluttuazioni spontanee al minuto. Queste due letture sono visualizzate sopra l’oscilloscopio.
    Esempio di curva di misurazione (da 5 minuti di misurazione, lo sfondo è colorato)
    1. Dopo aver completato la linea di base di 10 minuti, vi verrà mostrato un questionario. Rispondere alle domande e prendere appunti, se necessario. Poi si vedranno i grafici a torta, che mostrano le fluttuazioni al minuto (nel caso migliore, tutto è colorato di verde) e la frequenza con cui le letture sono aumentate, rimaste invariate e diminuite. Per saperne di più, si veda più avanti.

    2. Questo è lo stato di allenamento iniziale. Naturalmente, anche il giorno particolare gioca un ruolo importante: dovrebbe fare la differenza se si misura dopo una giornata stressante al lavoro (o anche durante il lavoro) o alla fine di un fine settimana rilassato. Utilizzare la funzione corrispondente dell’applicazione per esportare questa linea di base in un file CSV. È possibile farlo richiamando la misurazione nell’archivio. In questo modo è possibile accedere alla linea di base anche in un secondo momento (oltre che nell’archivio) con altri mezzi (ad esempio in Excel).

    3. Un altro suggerimento: se le letture aumentano continuamente senza motivo apparente, gli elettrodi potrebbero essere troppo stretti e la semplice causa potrebbe essere la sudorazione sottostante. In questo caso, l’umidità dovrebbe essere già chiaramente percepibile.

    Seconda fase di allenamento (allenamento mirato al biofeedback in base ai valori misurati)

    1. La seconda fase di allenamento consiste in diverse misurazioni, che devono sempre seguire lo schema descritto di seguito. In questo modo, si dovrebbe praticare un rilassamento mirato con l’inclusione del feedback.

    2. Iniziare la misurazione e osservare i valori per un po’. Poi cercate di abbassare i valori attraverso un rilassamento mirato. Si possono sperimentare diversi approcci e tecniche di rilassamento, ad esempio il controllo consapevole della respirazione (inspirazione ed espirazione profonde), il rilassamento muscolare, l’autosuggestione e molto altro. La vostra gioia di sperimentare è chiamata in causa! Il dispositivo fornisce informazioni precise sugli effetti ottenuti. Osservate anche i piccoli cambiamenti nei valori misurati. Una parte dell’addestramento si concentra sulla riduzione generale del livello di conduttanza cutanea tonica, una seconda parte ruota intorno alla riduzione delle fluttuazioni che seguono.

    3. Nella risposta della conduttanza cutanea a uno stimolo, sia la forza che il significato individuale dello stimolo sono rilevanti per l’entità della variazione (ampiezza). Lo stimolo può provenire dall’interno (pensieri, ricordi, emozioni) o dall’esterno (immagini, suoni, eventi). Vi capiterà inevitabilmente di rilassarvi meno bene o di pensare a qualcosa di negativo. Se per reazione la conduttanza cutanea si alza, cercate di abbassarla di nuovo nel più breve tempo possibile. Anche la respirazione profonda ha un effetto attivante e aumenta la conduttanza cutanea, quindi cercate di abbassarla di nuovo.

    4. Nella seconda fase di allenamento, l’obiettivo è quello di abbassare il livello generale di conduttanza cutanea e di ridurre l’eventuale aumento in seguito a uno stimolo il più rapidamente possibile. In questo modo, ci si allena a ridurre la tensione generale e a sapersi spegnere di nuovo in modo flessibile dopo le situazioni di stress. Nell’applicazione, è necessario ridurre il valore medio delle sessioni e il numero di fluttuazioni (SCR/min e SCR totale).

    Terza fase di allenamento (provocazione, rilassamento e gestione dello stress)

    1. Nella terza fase di allenamento, gli stimoli di stress vengono utilizzati in modo ancora più specifico per allenare la gestione dello stress. Il biofeedback della conduttanza cutanea è particolarmente adatto all’uso di metodi di provocazione mirati, in quanto mostra la reazione a uno stimolo in modo tempestivo e sensibile, e in quanto questa reazione è anche proporzionale alla forza e all’importanza dello stimolo.

    2. Avviare la misurazione e osservare le letture per un po’. Poi cercate di rilassarvi. L’allenamento inizia con una fase di riposo di alcuni minuti.

    3. A questo punto è necessario utilizzare un fattore di stress (stimolo di stress) in modo specifico. Alcuni esempi sono: pensieri negativi, guardare immagini o oggetti carichi di emozioni e rumori sgradevoli. Di norma, tutti conoscono le cose che li rendono tesi e agitati. Ad esempio, se non vi piace parlare davanti a grandi folle, provate a tenere un discorso spontaneo o a immaginare la situazione. Quando un tale fattore di stress vi colpisce, osservate le letture e probabilmente noterete un forte aumento. Poi cercate di abbassare di nuovo i valori e di rilassarvi, riducendo le fluttuazioni.

    4. All’interno di una sessione di allenamento si possono alternare periodi di rilassamento e fattori di stress, per circa tre o quattro volte. Concludere sempre la sessione con un periodo di riposo e non sforzarsi troppo. Effettuare diverse sessioni di allenamento, distribuite su un periodo di tempo più lungo, finché non si ha l’impressione di reagire in modo meno violento agli stressor o di recuperare più rapidamente.

    Quarta fase di allenamento (trasferimento, rilassamento anche senza feedback)

    1. Verificate ora se il miglioramento del rilassamento con bassa conduttanza cutanea e minori fluttuazioni spontanee può essere ottenuto anche senza feedback. A tal fine, eseguire un’altra misurazione di base di 10 minuti e cercare di rilassarsi al meglio. NON osservare i valori misurati. Osservare solo in seguito il confronto tra questa misurazione e la linea di base della prima fase di allenamento. È possibile confrontare le sessioni nell’archivio. Ci si aspetta che il livello di conduttanza cutanea sia ora più basso, o almeno che le fluttuazioni spontanee siano significativamente minori. Naturalmente, anche la forma fisica quotidiana gioca un ruolo importante. Se necessario, ripetete la misurazione di base in un secondo momento.

    2. Come ulteriore esercizio di trasferimento, potete lavorare di nuovo con un fattore di stress e poi cercare di rilassarvi, mentre NON osservate le letture. Verificate poi se siete riusciti ad abbassare i valori e a ridurre le fluttuazioni spontanee anche senza feedback. Se riuscite a farlo e il confronto con la prima linea di base mostra un chiaro miglioramento, avete completato con successo il training di riduzione dello stress. Se ora vi trovate in una situazione di stress nella vita di tutti i giorni, ricordatevi delle sessioni di allenamento. Rimanete rilassati applicando le abilità che avete appreso qui. Ancora una volta, la pratica regolare rende perfetti!

    3. Oltre alla formazione gratuita, la nostra applicazione eSense offre anche l’uso di procedure. Si tratta di programmi di allenamento già pronti che potete personalizzare in base alle vostre esigenze. Per una comparabilità ottimale delle sessioni di allenamento, queste dovrebbero sempre essere eseguite in condizioni identiche (stessa ora del giorno, posizione e tipo di elettrodo) e con una durata approssimativamente identica. Le procedure sono di grande aiuto a questo proposito. Per saperne di più, consultare la sezione corrispondente di questo manuale.

    12. Tipi di elettrodi

    L’eSense Skin Response è dotato di una connessione elettrodi standardizzata a pulsante. Pertanto, può essere utilizzato con un’ampia gamma di elettrodi.

    Per garantire la comparabilità delle misurazioni, una volta selezionato un tipo specifico di elettrodo, questo deve essere utilizzato per tutto il tempo.

    Si noti inoltre che 2 elettrodi in velcro (e due elettrodi di ricambio) sono inclusi nella consegna dello Skin Response e 2 + 4 elettrodi in velcro, 50 elettrodi in gel e 2 clip da dito sono già inclusi nello Skin Response Sparset con elettrodi aggiuntivi. Ulteriori informazioni sul contenuto della fornitura sono riportate nell’articolo.

    Elettrodi in velcro

    + Facili da usare

    + Riutilizzabili

    + Economici

    – Conducibilità peggiore

    È possibile ordinare gli elettrodi in velcro qui: https://mindfield-shop.com/en/product/eda-velcro-electrodes-for-measurement-of-skin-conductance-8-pieces

    Clip da dito (senza gel)

    + Facili da usare

    + Riutilizzabili

    + Comodo

    – Conducibilità peggiore

    È possibile ordinare le clip da dito qui: https://mindfield-shop.com/en/product/gsr-finger-clips-without-gel-2-pieces

    Elettrodi in gel (monouso)

    + Facili da usare

    + Migliore qualità del segnale

    – Utilizzabili una sola volta

    Il nostro consiglio preventivo

    È possibile ordinare gli elettrodi in gel qui: https://mindfield-shop.com/en/product/emg-ecg-eda-single-use-electrodes-for-adults-with-comfortable-breathable-fabric-pre-geled-50-pieces

    13. Possibili posizioni degli elettrodi

    Informazioni generali per la preparazione della pelle (indipendentemente dal tipo di elettrodo): La preparazione o la pulizia della pelle non è generalmente necessaria e non è nemmeno raccomandata. È sufficiente lavarsi le mani, anche se il sapone secca la pelle e abbassa i valori misurati. Lo stesso vale per la pulizia della pelle con l’alcol. La pelle grassa o appena entrata in contatto con la crema per le mani deve essere liberata dai residui oleosi lavandola con acqua tiepida e alcol (70%), se necessario.

    Elettrodi in velcro

    Avvolgere gli elettrodi in velcro intorno alla falange superiore e media del dito indice e medio. Assicurarsi che gli elettrodi d’argento tocchino direttamente la superficie della pelle. Collegare quindi i fili del pulsante agli elettrodi. È possibile avvolgere nuovamente il velcro intorno alle estremità dei pulsanti per stabilizzare i fili, come mostrato nell’immagine a destra.

    Elettrodi in gel

    Si consigliano gli elettrodi in gel monouso. Esistono tre diverse possibilità di aree di conduzione, come mostrato nelle immagini. Tutte le posizioni sono equivalenti. È sufficiente collegare il filo degli elettrodi attraverso i connettori a pressione con gli elettrodi.

    Clip da dito (senza gel)

    Queste clip da dito EDA si applicano semplicemente ai polpastrelli dell’indice e del medio. Quindi il filo del pulsante a pressione di eSense si collega agli elettrodi (in questo caso, il filo deve scorrere in avanti verso la tacca all’interno delle clip).

    14. Estensione del cavo di eSense

    Se si desidera utilizzare un cavo più lungo tra eSense e lo smartphone o il tablet, è possibile estendere il cavo originale di eSense con una comune prolunga per cuffie a 4 pin e jack da 3,5 mm. Abbiamo testato tre cavi che hanno funzionato bene:

    cavo da 2 m: https://amzn.to/2kil5bj
    Cavo da 0,5m: https://amzn.to/2kEB8xo
    Cavo da 110cm: https://amzn.to/2k7TBm8

    Tutti e tre i cavi suggeriti costano tra le 6 e le 8 sterline e sono disponibili su Amazon. In alternativa, è possibile utilizzare anche altri cavi a 4 pin.

    15. Lampadine intelligenti (facoltative)

    Smarte Glühbirne in Verwendung mit dem eSense Skin Response (Lampadine intelligenti in uso con la risposta della pelle)

    L’applicazione eSense può supportare il biofeedback tramite lampadine intelligenti. Le lampadine intelligenti possono cambiare colore e luminosità e possono essere controllate tramite Bluetooth®. In combinazione con l’app eSense, le lampadine intelligenti indicano il livello di stress o di rilassamento attraverso le loro luci.

    Attualmente l’app eSense supporta le lampadine intelligenti Magic Blue e Phillips Hue. Entrambe sono lampadine intelligenti che possono essere controllate tramite Bluetooth®. È possibile regolare il colore e la luminosità. Dall’app eSense è possibile connettersi a Magic Blue o Phillips Hue e utilizzarle nella sessione di biofeedback. In questo caso ci si collega al ponte Hue dall’app eSense e si selezionano le lampade desiderate.

    Magic Blue

    Purtroppo il Magic Blue non è più in produzione. Abbiamo esteso l’app eSense per consentire l’uso delle lampadine intelligenti Philipps Hue, che possono essere controllate tramite Bluetooth.

    Ma potete comunque trovare maggiori informazioni su Magic Blue nel nostro articolo

    Philips Hue

    Il Phillips Hue dovrebbe essere reperibile in tutti i negozi di elettronica ben assortiti. È anche possibile ordinarlo online. Un elenco dei rivenditori online e offline si trova anche sulla pagina del Phillips Hue: https://www.philips-hue.com/en-us

    Si consiglia di utilizzare uno degli starter kit di Phillips, con l’eSense. Questo contiene anche una lampadina colorata (“Color Ambience”): https://amzn.to/3uzSFx8.

    Ulteriori informazioni su Philips Hue sono disponibili nel nostro articolo.

    16. Funzioni dell’applicazione Mindfield eSense

    L’eSense viene fornito con l’applicazione eSense che può essere caricata gratuitamente su Google Play Store (Android) o Apple App Store (iOS).

    Offre un’ampia gamma di funzioni per un allenamento biofeedback efficace in un design moderno. Le funzioni essenziali sono: visualizzazione dei valori misurati sotto forma di grafico a barre, oscilloscopio, feedback tramite video, musica, suono, vibrazione e lampadine intelligenti (Magic Blue e Philips Hue). Dopo ogni misurazione si riceve una valutazione completa e si possono confrontare le misurazioni tra loro nell’archivio ed esportarle come file CSV.

    L’applicazione è disponibile in inglese, tedesco, spagnolo, francese, italiano, portoghese, ucraino, russo, turco, olandese, giapponese e cinese. La lingua viene scelta automaticamente in base alla lingua impostata dello smartphone o del tablet.

    Link per il download

    iOS: https://apps.apple.com/it/app/mindfield-esense/id1141032160

    Android: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.mindfield.boisystem.esense&hl=it

    17. Note generali

    • Se una parte del testo sul vostro dispositivo Android è tagliata, ciò potrebbe essere dovuto a un carattere più grande nelle impostazioni di sistema (specialmente con Huawei). Nelle impostazioni di Android è solitamente presente un’opzione per impostare la dimensione del carattere e del display. È meglio impostare “standard” o “predefinito”, altrimenti potrebbero verificarsi problemi nell’app.
    • Per quanto riguarda i tipi di file che è possibile caricare nell’app eSense come propri media, si applicano le restrizioni generali di Android o iOS. Abbiamo testato con successo i seguenti tipi di file:
      • Immagini: PNG e JPG (le GIF possono essere caricate ma non si animano)
      • Audio: MP3, WMA e WAV (Android) e MP3, WAV e AAC (iOS)
      • Video: MOV, MP4, AVI e 3GP (Android) e MOV, MP4 e M4V (iOS)

    L’applicazione è descritta in dettaglio qui di seguito.

    18. Vista generale e formazione aperta

    Ritratto

    1. Tempo trascorso
    2. Valore momentaneo
    3. Massimo complessivo
    4. Minimo complessivo
    5. Differenza tra minimo e massimo
    6. Indicatore di valori crescenti o decrescenti
    7. Scala della conduttanza cutanea (µS)
    8. Zoom per la scala di conduttanza
    9. Valore momentaneo
    10. Avvio, pausa e arresto della registrazione
    11. Formazione aperta
    12. Procedure
    13. Archivio
    14. Aiuto
    15. Impostazioni

    Paesaggio

    1. Diminuzione assoluta dei valori misurati
    2. Aumento assoluto dei valori misurati
    3. SRC corrente al minuto
    4. % di SRC della sessione
    5. Passare il dito sullo schermo a sinistra o a destra per passare da questa schermata principale alle altre visualizzazioni. Dopo la misurazione, è possibile passare il dito sui grafici a torta.
    6. Imposta marcatore

    19. Pacer del respiro (opzionale)

    Se è stata attivata questa opzione nelle impostazioni, è possibile visualizzare il ritmo del respiro. Nelle impostazioni è possibile scegliere tra linea o sfera.

    Pacer del respiro come sfera

    Nelle impostazioni è possibile configurare il pacer del respiro. È possibile scegliere liberamente il tempo di inspirazione, la pausa, l’espirazione e la pausa con incrementi di 0,1 secondi.

    20. Serpente Biofeedback

    Serpente di biofeedback per la risposta cutanea

    È possibile visualizzare il serpente di biofeedback come opzione aggiuntiva. In alto a sinistra appaiono dei simboli che variano di colore a seconda del valore misurato corrente. I simboli sono verdi (ulteriore direzione positiva), gialli (leggera direzione negativa), arancioni (forte direzione negativa) o rossi (direzione negativa molto forte). Dopo 10 simboli verdi si viene premiati con una stella e dopo 50 simboli verdi anche con una stella cadente. Se il serpente si estende su tutto lo schermo, si vedranno gli ultimi 5 minuti. Anche gli eventi SCR (Skin Conductance Responses) contribuiscono al calcolo del colore delle lancette.

    21. Sondaggio (facoltativo)

    Se si è attivata questa opzione nelle impostazioni, dopo ogni misurazione viene visualizzato un sondaggio. Ciò consente di archiviare misurazioni riproducibili e di documentare i cambiamenti nelle misurazioni (ad esempio, se si cambia il tipo di elettrodi o se si inizia a usare l’eSense da sdraiati anziché da seduti).

    Qual è la vostra posizione?
    Scegliete tra seduta, seduta con le gambe/yoga, in piedi o sdraiati.

    Tipo di elettrodi
    La prima immagine rappresenta gli elettrodi in gel, la seconda gli elettrodi in velcro e la terza le clip da dito EDA.

    Come ti senti?
    Qui si imposta il proprio stato d’animo dopo la sessione. In questo modo è possibile memorizzare a lungo termine il proprio stato d’animo in relazione alle misurazioni.

    Nota (qui “Test tonale e tattile”)
    Qui è possibile annotare semplicemente un testo libero sulla misurazione. Si consiglia di annotare circostanze particolari, in modo da poter classificare le misurazioni con molto stress o relax anche molto tempo dopo.

    22. Grafici a torta (dopo una misurazione)

    Dopo la misurazione (e il sondaggio opzionale), in modalità orizzontale, viene visualizzato un sondaggio con due grafici a torta: uno mostra l’SCR durante la misurazione e un altro mostra le proporzioni temporali dei valori crescenti, decrescenti o costanti (vedere la schermata).

    È anche possibile scorrere lo schermo a sinistra o a destra per passare dal grafico a torta al grafico della misurazione.

    Entrambi i grafici a torta dopo una misurazione

    23. Panoramica della procedura

    Modifica o eliminazione di una procedura

    Per modificare una procedura, è sufficiente scorrere verso sinistra nella panoramica.

    È quindi possibile toccare il simbolo della penna blu per modificare il modulo.

    Se si desidera copiare la procedura, toccare il simbolo verde di copia. Toccando il simbolo rosso del cestino, è possibile eliminare il modulo.

    24. Procedure editor

    Nome della procedura
    Qui è possibile assegnare alla procedura un nome adeguato (in questo esempio, è semplicemente “test”).

    Password (opzionale)
    Se lo si desidera, è possibile proteggere la procedura con una password.

    Separatore decimale
    È possibile scegliere tra punto e virgola come separatore dei valori nell’esportazione CSV delle procedure.


    Sondaggio dopo la registrazione
    Qui è possibile attivare/disattivare il sondaggio (posizione, umore, note) dopo ogni misurazione.

    25. Aggiungere un nuovo modulo

    Nell’editor della procedura, selezionare la scheda “Moduli”.

    Aggiungi modulo alla procedura
    Fare clic su questo pulsante per aggiungere un altro modulo.

    Modifica del modulo
    Far scorrere il modulo a sinistra e toccare il simbolo della matita blu per modificarlo.
    Per eliminare un modulo, toccare l’icona rossa del cestino.
    Per duplicare un modulo all’interno della procedura, fare clic sul simbolo giallo di condivisione.
    Per duplicare un modulo in un’altra procedura, fare clic sull’icona nera di condivisione e selezionare la procedura dal popup seguente.

    Tipo di modulo
    È possibile scegliere tra un testo, una croce di fissazione, un’immagine, un video, un file audio, una freccia, un grafico a barre, una lampadina intelligente, un oscilloscopio, un pacer del respiro o il serpente di biofeedback.

    Durata del modulo
    Impostare la durata del modulo. Per farlo, basta spostare il cursore a sinistra o a destra.

    colore modulo
    Determinare il colore del modulo nell’editor delle procedure.

    26. Panoramica dei moduli

    Modulo testo
    Questo modulo mostra un testo che può essere modificato.
    Modulo immagine
    Il modulo immagine mostra un’immagine standard dell’app o un’immagine della propria galleria.
    Modulo video
    Nel modulo video è possibile scegliere tra il video standard dell’app o il proprio video.
    Modulo croce di fissaggio
    La croce cambia colore a seconda della conduttanza e fornisce un biofeedback diretto.
    Modulo audio
    Il modulo audio riproduce una canzone rilassante. È possibile scegliere la propria musica.
    Modulo freccia
    La freccia cambia colore in base al rilassamento e fornisce un biofeedback diretto.
    Modulo grafico a barre
    Il grafico a barre mostra il valore attuale e fornisce un biofeedback diretto.
    Modulo immagine in formato orizzontale
    Le procedure possono essere visualizzate anche in formato orizzontale.

    Modulo del ritmo respiratorio in formato orizzontale
    La barra indica il ritmo respiratorio. Quando la barra sale, inspirare. Quando la barra scende, espirare. È anche possibile impostare fasi di mantenimento tra l’inspirazione e l’espirazione.

    Tipo Osciloscopio Curva del respiro (Sfera)
    Il cerchio indica il ritmo della respirazione. Quando si espande, inspirare. Quando il cerchio si contrae, espirare. È anche possibile impostare delle fasi di mantenimento tra l’inspirazione e l’espirazione.

    Tipo di osciloscopio Entrambi
    Si tratta di una combinazione del grafico a sinistra e dell’ausilio alla respirazione a destra. È possibile vedere i valori misurati mentre si segue l’ausilio alla respirazione.

    Biofeedback Snake Il Biofeedback Snake è disponibile anche come modulo.

    Procedura nell’archivio
    Lo sfondo colorato rappresenta l’SRC al minuto (verde = stato rilassato / poco SCR, giallo = stato eccitato / SCR medio)

    27. Creazione di una procedura

    1. Toccare l’icona più per creare una nuova procedura.
    2. Assegnare un nome alla procedura (qui “Procedura di esempio”).
    È possibile accettare tutte le altre impostazioni predefinite per questo esempio.
    3. Selezionare la scheda superiore “Modulo” e toccare il pulsante “Aggiungi modulo”.
    4. Selezionare un modulo grafico a barre e toccare il segno di spunta. Anche in questo caso è possibile accettare le impostazioni predefinite.
    5. Aggiungere quindi un modulo Oscilloscopio e pacer del respiro Anche in questo caso è possibile accettare le impostazioni predefinite.
    6. La procedura dovrebbe ora apparire come segue.
    7. Se in un secondo momento si desidera modificare qualcosa in uno dei moduli, è possibile scorrere il modulo corrispondente verso sinistra e toccare il simbolo della matita blu. Altrimenti si può toccare il segno di spunta in alto a destra.
    8. Avviate la procedura toccando il pulsante play. Buon divertimento!

    28. Meditazioni

    Potete anche scegliere una delle nostre meditazioni guidate come procedura. La meditazione sulla respirazione è già inclusa nell’app eSense.

    A breve offriremo anche altre meditazioni come nuove procedure cloud gratuite per gli utenti con account. Le meditazioni offrono quindi un modo semplice per allenare la consapevolezza e l’attenzione e, allo stesso tempo, ricevere il biofeedback.

    29. Media propri (foto, video e audio)

    Nelle procedure è possibile utilizzare le proprie immagini nel modulo immagini, i propri video nel modulo video o la propria musica o melodia nel modulo audio.

    Android di solito lo consente senza ulteriori problemi. Se si consente all’app eSense di accedere ai file presenti sul dispositivo, è possibile caricarli nell’app eSense.

    iOS è un po’ più restrittivo. Come al solito, per le immagini e i video è possibile utilizzare le foto presenti sul dispositivo in iCloud.

    Per i file audio è necessario iTunes (o un’alternativa come “CopyTrans Manager”). È qui che deve trovarsi la vostra musica o melodia. Potete trovare la vostra musica in iTunes (o CopyTrans Manager) nella scheda “Il mio suono” e inserirla nelle procedure.

    Abbiamo un video dettagliato su https://www.youtube.com/watch?v=A_CRbmBeBBc dove mostriamo tutti i passaggi.

    Su iOS è necessario disattivare la modalità di risparmio energetico , altrimenti i video delle procedure non possono essere riprodotti.

    30. Impostazioni (Panoramica)

    Direzione del feedback
    Selezionare la direzione in cui si desidera che il feedback reagisca. Può rispondere a un aumento o a una diminuzione dei valori misurati.

    Tempo di risposta
    L’impostazione predefinita è “Breve”, che consente al feedback di reagire rapidamente alle variazioni delle letture. Per misurazioni più lunghe si consiglia di impostare “Medio” o “Lungo”: in questo caso il tempo di reazione sarà leggermente ritardato e l’eSense non reagirà più a ogni piccola variazione dei valori misurati.

    Feedback musicale
    Se il valore si sposta nella direzione indesiderata (ad esempio, valori più bassi), la musica diventerà più silenziosa o cambierà velocità, a seconda del tipo di feedback scelto.

    Anteprima della musica
    Premete il tasto play per ascoltare il brano selezionato.

    Scegliere la musica
    È possibile scegliere la musica predefinita o la propria.

    Tipo di feedback musicale
    È possibile scegliere tra avvio/arresto della musica, feedback del volume o feedback della velocità di riproduzione. Nota: per iOS le opzioni sono limitate.

    Feedback del tono
    In sottofondo, è possibile ascoltare i suoni di altre applicazioni.

    Scegliere il tipo di tono
    È possibile scegliere tra toni singoli o continui.

    Feedback tattile
    Il dispositivo vibra per fornire un feedback. Solo gli smartphone supportano questa funzione, mentre i tablet non dispongono di un motore di vibrazione.

    Direzione del feedback tattile
    Decidere se diminuire (“Diminuisci”) o aumentare (“Aumenta”) i valori del feedback tattile debba essere considerato un successo.

    Feedback della lampadina intelligente
    La lampadina cambia colore a seconda dei valori.

    Scegliere una lampadina
    Scegliere tra Magic Blue, Magic Blue V2 o Phillips Hue.Test di connessione
    Con questa opzione, la lampadina cambia colore se la connessione è riuscita.

    Pacer del respiro
    Se attivato, durante la misurazione viene visualizzato un ausilio per la respirazione.

    Tipo di pacer del respiro
    È possibile scegliere tra linea e sfera.

    Attiva tono audio
    È possibile aggiungere anche dei toni come ausilio alla respirazione uditiva.

    Tempo di inspirazione / tempo di espirazione
    Selezionare i secondi per ogni inspirazione ed espirazione in cui visualizzare l’ausilio alla respirazione.
    Trattenere prima dell’inspirazione / espirazione
    Selezionare i secondi tra l’inspirazione e l’espirazione

    immagine di sfondo
    È possibile scegliere un’immagine di sfondo per il supporto alla respirazione.

    Colore inspirazione / colore espirazione
    Selezionare il colore per ogni inspirazione ed espirazione della barra o della palla.

    Video
    Scelta: nel menu a discesa è possibile scegliere tra i video inclusi e “Seleziona il tuo video”. È possibile selezionare i propri video dal dispositivo.

    Tipo di feedback video
    È possibile applicare effetti al video come feedback. È possibile scegliere tra Start/Stop, Schärfe, Helligkeit e Sättigung. È possibile scegliere tra Start/Stop, Nitidezza, Luminosità e Saturazione. Inoltre, è disponibile la modalità automatica o manuale per la selezione dei limiti superiore e inferiore per nitidezza, luminosità e saturazione. Il valore intermedio viene poi interpolato. è anche possibile scegliere “Nessun feedback”, per cui il video viene semplicemente riprodotto.

    Generale:

    Nome della sessione
    Inserire qui il nome della sessione che verrà visualizzato nell’archivio.

    Durata della sessione
    È possibile limitare automaticamente il tempo delle misurazioni normali. Esse si interrompono automaticamente dopo il tempo impostato.

    Durata dell’asse X
    È possibile impostare il tempo visualizzato sull’asse X dell’oscilloscopio. Si consiglia di impostare 90 secondi.

    Separatore decimale
    È possibile scegliere tra virgola e punto.

    Sondaggio dopo la registrazione
    Qui è possibile attivare/disattivare il sondaggio (posizione, tipo di elettrodo, umore, note) dopo ogni misurazione.

    Marcatori
    È possibile definire i marcatori toccando il pulsante. Questi sono i marcatori che si possono impostare durante una misurazione. (Vedere anche “Imposta marcatore” nella modalità Paesaggio della vista generale).

    Mostra tutorial
    È possibile rivedere il tutorial in qualsiasi momento dal primo avvio dell’applicazione.

    Impostazioni del grafico
    È possibile modificare i colori del grafico e dell’oscilloscopio nella vista generale.

    Colore dell’asse del grafico
    È possibile modificare il colore dell’asse del grafico nella vista principale.

    Colore della linea del grafico
    È possibile modificare il colore della linea del grafico nella vista principale.

    Sfondo dell’oscilloscopio 1&2
    È possibile modificare il colore dello sfondo dell’oscilloscopio nella vista principale.

    Smussamento della curva dell’oscilloscopio
    È possibile regolare lo smussamento della curva dell’oscilloscopio tra 1 (poco) e 10 (molto forte).

    Ripristino dei colori standard
    È possibile ripristinare i colori predefiniti del grafico in qualsiasi momento.

    Freccia alza / abbassa colore
    È possibile anche disabilitare la freccia nella vista principale.Mostra freccia
    È possibile anche disabilitare la freccia nella vista principale.

    Backup e ripristino
    È possibile esportare e importare le procedure e le misure. Maggiori informazioni nelle nostre FAQ

    Modalità demo
    Una misura salvata viene riprodotta automaticamente. Non è necessario disporre di un sensore reale.


    Streaming in tempo reale su eSense Web App
    Consente di trasmettere i dati in diretta su eSense Web App. Maggiori informazioni nella sezione Account e Cloud.

    31. Acquisti in app

    Acquisti In-App
    Oltre alla possibilità di utilizzare la propria musica o i propri video nell’App eSense, è possibile acquistare musica o video aggiuntivi. L’offerta viene regolarmente ampliata.

    32. Archivio (panoramica)

    L’applicazione contiene anche un archivio in cui è possibile salvare le misurazioni ed esportarle. È possibile rivederle in dettaglio, confrontarle tra loro ed esportarle singolarmente o tutte insieme (come file ZIP).

    Registrazioni
    Qui sono elencate le misurazioni effettuate. È possibile visualizzare una singola misurazione toccandola.

    Se si fa clic sul simbolo degli appunti in alto a destra, è possibile contrassegnare una, più o tutte le misurazioni. È possibile esportare, analizzare o cancellare le misure esportate.

    Sul simbolo del filtro si può scegliere se ordinare le misure per nome, data, lunghezza in ordine crescente o decrescente.

    Se si desidera cancellare una singola misura dall’elenco, si può anche toccare il simbolo del cestino a destra della misura.

    Analizza
    Qui tutte le misurazioni sono elencate in base ai seguenti fattori:

    Tempo, Media della sessione µS, Minimo µS, Massimo µS, Differenza Min/Max µS, Aumento tempo, Diminuzione tempo, SCR totale, % di SCR della sessione.

    In questo modo è possibile riconoscere le tendenze nel tempo e su più misurazioni (se, ad esempio, la % di SCR della sessione diminuisce con l’allenamento regolare, lo si può notare immediatamente).

    33. Archivio (vista individuale)

    Esportazione dei dati

    Facendo clic sul simbolo di esportazione in alto a destra, è possibile esportare le misurazioni come file .csv con tutte le applicazioni più comuni (ad esempio, inviare tramite Messenger, WhatsApp, e-mail, ecc.) o semplicemente salvarle sul dispositivo o nel cloud.

    I dati vengono esportati come file .csv (comma separated values). Questo formato può essere aperto con Microsoft Excel o Open Office Calc (gratuitamente).

    Se vi piace lavorare con Google, Google Sheets può essere un’alternativa a Excel. È possibile aprire i file .csv esportati, visualizzarli e accedervi via cloud da diversi dispositivi. Google Fogli ha quasi le stesse funzioni e la stessa interfaccia di Excel.

    Nota: abbiamo anche riassunto informazioni più dettagliate sull’esportazione CSV e sull’elaborazione dei dati in un articolo supplementare sullo streaming e l’analisi dei dati eSense.

    SRC
    Anche qui è possibile vedere l’SRC della misurazione. Entrambi i grafici a torta sono gli stessi che si vedono subito dopo la misurazione. Per ulteriori informazioni, consultare il capitolo sulla Risposta della conduttanza cutanea (SCR) in questo manuale.

    Parti di aumento/diminuzione/stazionarie

    Nel grafico a torta si possono vedere le parti in cui i valori misurati sono aumentati, diminuiti o stabili.

    Esportazione come file PDF

    È possibile esportare le misure anche in formato PDF. Nota: questa operazione richiede un certo tempo.

    In Excel™ o Google Sheets™

    Avviso: Se si apre il file .csv con Excel™ (o Google Sheets™) e i valori non hanno alcun senso, allora di solito la lingua impostata nell’App eSense e in Excel™ e Sheets™ è diversa.

    Nota: abbiamo anche riassunto informazioni più dettagliate sull’esportazione CSV e sull’elaborazione dei dati in un articolo supplementare sullo streaming e l’analisi dei dati eSense.

    Dati esportati in Excel con SRC/min in background (barre verdi)

    34. Funzione marcatore

    È anche possibile impostare dei marcatori mentre si effettuano le misurazioni. Ad esempio, se si esegue regolarmente un esercizio di biofeedback che prevede di respirare con calma in un punto specifico, è possibile impostare un marcatore in quel momento in cui si respira con calma. In seguito, nei dati esportati, si potrà vedere il momento in cui si è respirato con calma. La funzione di marcatore è utile quando si effettuano misurazioni più lunghe con diverse azioni.

    I marcatori possono essere visualizzati bene in Excel:

    Misurazione esportata in Excel con marcatori

    35. Dispositivi Android e iOS compatibili

    Generale

    Nota per tutti gli eSense:
    Si consiglia di utilizzare un tablet anziché uno smartphone per via del display migliore.

    Se non avete ancora un dispositivo e/o volete acquistare un dispositivo aggiuntivo per l’eSense, vi consigliamo, a seconda dei vostri gusti, di scegliere tra

    oppure

    Secondo le nostre ricerche, queste opzioni offrono una potenza sufficiente per l’applicazione eSense, saranno aggiornabili alle prossime versioni di Android e iOS per un certo periodo di tempo e hanno un prezzo ragionevole. I dispositivi Android dispongono inoltre di un normale ingresso jack da 3,5 mm e non richiedono un adattatore per eSense.

    dispositivi iOS compatibili con l’eSense

    • Tutti i dispositivi iOS a partire dalla versione 15 o superiore, che sono (in estratti):
    • Apple® iPhone® 6S, iPhone® SE/SE 2, iPhone® 7/7+, iPhone® 8/8+, iPhone® X, iPhone® XR, iPhone® XS, iPhone® 11/11 Pro, iPhone® 12/12 Pro, iPhone® 13/13 Pro, iPhone® 14/14 Pro, iPhone® 15/15 Pro
    • Apple® iPad® di 5a generazione o più recente, compresi tutti gli iPad Mini di 4a generazione o più recenti e gli iPad Air di 2a generazione o più recenti
    • Apple® iPad® Pro dalla 1a generazione o più recente

    Notagenerale :
    Anche alcuni dispositivi iOS più recenti, privi del classico jack per cuffie da 3,5 mm e dotati del nuovo connettore Lightning/USB-C, funzionano perfettamente con eSense. È necessario un adattatore originale Apple USB-C (https://amzn.to/2OQYssu) o originale Apple Lightning (https://amzn.to/2SJVg37) a connessione da 3,5 mm (non incluso con l’eSense). In alternativa, è possibile utilizzare qualsiasi altro adattatore con chip DAC. Consigliamo questo adattatore su Amazon: https://amzn.to/2SnAUA1.

    Nota aggiuntiva Siri:
    Si prega di notare che Siri NON deve essere attivato se si desidera eseguire una misurazione con l’eSense (questo vale per tutti i sensori eSense). In caso contrario, una misura in corso potrebbe essere disturbata e i valori di misurazione potrebbero essere falsati. È necessario disattivare Siri DA SOLO (la nostra applicazione non può farlo automaticamente a causa delle impostazioni di Apple).
    Per disattivare Siri andare su Impostazioni -> (Generali ->) Siri e disattivare Siri (i passaggi esatti possono variare a seconda della versione di iOS).

    Nota per i dispositivi iOS e l’eSense Pulse:
    Il dispositivo iOS deve supportare il Bluetooth® 4.0 LE (talvolta indicato come Bluetooth® Low Energy o BLE ), supportato da iOS 5 in poi.

    Nota per iOS 7 e successivi e l’ eSense Respiration, Skin Response and Temperature:
    L’eSense funziona tramite l’ingresso del microfono. Per iOS 7 e versioni successive, è necessario consentire esplicitamente all’applicazione eSense di utilizzare l’ingresso del microfono, altrimenti l’eSense non funzionerà. Durante l’installazione vi verrà chiesto di rispondere “Sì” o “Consenti”. Dopo l’installazione, è possibile effettuare questa impostazione manualmente. Consentire l’accesso all’ingresso del microfono nelle impostazioni di sistema del dispositivo iOS in Impostazioni -> Privacy -> Microfono

    Adattatore da Lightning a jack per cuffie da 3,5 mm (è incluso in ogni dispositivo Apple,
    che non dispone più di un jack per cuffie da 3,5 mm, ad esempio l’iPhone X)

    Dispositivi Android compatibili con l’eSense

    Nota importante sui dispositivi Android per l’eSense Pulse:
    Il dispositivo Android deve supportare il Bluetooth® 4.0 LE (talvolta chiamato anche Bluetooth® Low Energy o BLE ), che è supportato dalla versione Android 4.3 (metà 2013). Si consiglia comunque di utilizzare la versione 10 o superiore di Android. Pertanto, l’eSense Pulse funziona generalmente con la maggior parte dei dispositivi Android attuali.

    Nota importante per i dispositivi Android per eSense Respiration, Skin Response e Temperature:
    Il dispositivo Android richiede un connettore da 3,5 mm (cuffie standard) per cuffie/microfoni esterni. Nella maggior parte dei dispositivi questo connettore è presente e spesso integrato con la presa per le cuffie. Se non è presente un ingresso per il microfono, come ad esempio sul Google Nexus 7, non è possibile utilizzare eSense! (Tutti i dispositivi iOS sopra elencati dispongono di tale connessione).

    In alternativa, è possibile utilizzare qualsiasi altro adattatore con un chip DAC. Consigliamo questo adattatore su Amazon: https://amzn.to/2SnAUA1.

    Di seguito sono riportati alcuni dispositivi Android che abbiamo testato con eSense Pulse, Respiration, Skin Response e Temperature e che funzionano correttamente (whitelist). (Si noti che questo è solo un campione molto piccolo e che la stragrande maggioranza dei dispositivi in tutto il mondo funziona con Mindfield eSense).

    I seguenti dispositivi Android NON sono compatibili con eSense Respiration, Skin Response e Temperature (lista nera). Questo elenco non è necessariamente esaustivo. Se non si è sicuri che il proprio dispositivo sia compatibile, verificare la presenza dell’ingresso microfono come descritto sopra!

    • Tutti i tablet Lenovo (per i sensori eSense Skin Response, Temperature e Respiration. L’ingresso del microfono distorce il segnale dell’eSense. Con l’eSense Pulse funzionano)

    È possibile che questi dispositivi funzionino se si utilizza la porta USB-C del dispositivo. A tale scopo, è possibile utilizzare un adattatore da USB-C a jack da 3,5 mm: https://amzn.to/2SnAUA1.

    36. Adattatore per dispositivi Android e Apple

    Anche alcuni dispositivi Android e iOS (Apple) più recenti, privi del classico jack per cuffie da 3,5 mm e dotati del più recente connettore Lightning/USB-C, funzionano perfettamente con l’eSense.

    Apple

    È necessario un adattatore originale Apple USB-C (https://amzn.to/2OQYssu) o originale Apple Lightning (https://amzn.to/2SJVg37) a 3,5 mm (non incluso nell’eSense).

    Adattatore da Lightning a jack per cuffie da 3,5 mm (è incluso in tutti i dispositivi Apple che non hanno più il jack da 3,5 mm)
    che non dispone più di un jack per cuffie da 3,5 mm, ad esempio l’iPhone X)

    Apple e Android

    In alternativa, è possibile utilizzare qualsiasi altro adattatore con un chip DAC. Consigliamo questo adattatore su Amazon: https://amzn.to/2SnAUA1

    Adattatore DAC con un dispositivo Android

    Un adattatore è necessario, se mai, solo per eSense Skin Response, eSense Temperature e eSense Respiration (poiché questi eSenses hanno un jack per cuffie da 3,5 mm). L’adattatore non è mai necessario per eSense Pulse e eSense Muscle (in quanto si collegano al dispositivo in modalità wireless tramite Bluetooth®).

    37. applicazione web eSense

    Oltre all’applicazione, abbiamo sviluppato anche un’applicazione web eSense che rispecchia e integra l’applicazione. È possibile utilizzarla con l’account e i piani sopra menzionati.

    È possibile analizzare i dati registrati (con il piano base) o addirittura trasferire i dati a un PC in tempo reale (streaming live con il piano premium).

    Il vantaggio principale è che si può vedere il grafico ancora meglio con uno schermo grande, ingrandire singole aree e disporre di funzioni di analisi più avanzate.

    app Web eSense con una misurazione in tempo reale con l’eSense Pulse

    Con la Web App di eSense, è anche possibile visualizzare le misurazioni di diversi eSense contemporaneamente e in tempo reale, il che consente a un cliente trainer professionale di progettare il flusso di lavoro.

    L’applicazione web è disponibile all’indirizzo https://esense.live. È possibile effettuare il login con lo stesso account (nome utente e password) dell’app eSense. Per ulteriori informazioni sull’applicazione web eSense e sulle sue funzionalità, consultate anche il nostro articolo sullo streaming dei dati eSense.

    L’app eSense funziona per la risposta cutanea eSense, la temperatura, il polso e la respirazione. Non supporta il muscolo eSense.

    38. Account e Cloud

    È possibile registrare gratuitamente il proprio account per l’app eSense e prenotare i piani. È anche possibile beneficiare di procedure gratuite e regolarmente aggiunte senza prenotare un piano. Pertanto, si consiglia di utilizzare l’app con un account. Con i piani è possibile utilizzare principalmente il cloud e le sue funzioni e ottenere anche l’accesso alla web app di eSense all’indirizzo https://esense.live.

    Con il piano Basic, è possibile salvare le misurazioni localmente e online nel cloud e quindi accedere alle misurazioni da tutti i dispositivi e da qualsiasi luogo. Si ottiene inoltre l’accesso all’applicazione web di eSense.

    Il piano Premium include tutte le funzioni del piano Base. Oltre alle misurazioni, è possibile salvare le procedure personalizzate online nel cloud e quindi accedere alle procedure da tutti i dispositivi. (Attenzione: Le limitazioni tecniche di Apple purtroppo non consentono il caricamento (e quindi la sincronizzazione) dei file audio. La sincronizzazione di file immagine e video è invece possibile).

    C’è anche il piano Supervisore. Come trainer di biofeedback professionale o commerciale, potete utilizzarlo per creare procedure individuali per i vostri clienti e condividerle con loro tramite il cloud. È possibile acquistare il piano per supervisori qui:

    È inoltre possibile condividere le proprie misurazioni con altri utenti come utente del piano Premium. È inoltre possibile trasmettere in tempo reale i dati all’applicazione web eSense. Per farlo, attivare “Trasferimento dei dati in tempo reale a eSense Web App” nelle impostazioni in basso.

    Questi piani possono essere utilizzati, tra l’altro, per progettare il flusso di lavoro di un cliente trainer. Una panoramica dell’account e del cloud è disponibile nel nostro articolo di confronto degli account.

    È possibile prenotare i piani nella nostra app nella scheda del profilo:

    39. Gruppi

    Gli account consentono di creare i propri gruppi o di unirsi ad altri gruppi. In questo modo è possibile condividere le registrazioni con i propri amici. Oppure si può lavorare con un trainer come cliente, poiché si possono condividere le proprie registrazioni con il trainer.

    Creare un gruppo

    Toccare il simbolo più per creare un gruppo.

    Modificare un gruppo

    Toccare i 3 punti accanto al nome del gruppo. È quindi possibile (se autorizzati) visualizzare e rimuovere i membri del gruppo o aggiungerne di nuovi.
    È anche possibile modificare il titolo del gruppo o eliminarlo.

    40. Informativa sulla privacy

    L’App eSense non raccoglie alcun dato personale, come nome, sesso, data di nascita, ecc. Ogni registrazione di dati di misurazione viene effettuata con un prefisso generico come “misurazione”,

    integrato con il sensore eSense utilizzato, la data e l’ora corrente della misurazione. I dati di misurazione registrati non possono quindi essere assegnati a nessuna persona.

    Il prefisso di una registrazione, ad esempio “misurazione”, può essere modificato dall’utente nelle impostazioni e utilizzato per l’assegnazione a una persona. L’utente può decidere se cambiare il prefisso con il proprio nome, ad esempio. In questo modo, ogni misura e ogni file CSV esportato contiene il nome dell’utente nel nome del file.

    Diritti di accesso all’interno dell’App eSense

    • Ingresso microfono: L’accesso all’ingresso del microfono è necessario per ricevere i dati di misura dal sensore eSense. Questo accesso è obbligatorio.
    • Accesso alla libreria multimediale: L’accesso a foto, musica e video è necessario solo se si desidera utilizzare le proprie foto, la propria musica e/o i propri video nell’app eSense. L’app eSense deve essere utilizzata come feedback. È anche possibile utilizzare solo i media forniti dall’app.
    • Accesso alla posizione: L’accesso alla posizione (attivazione del GPS) è necessario solo per la connessione Bluetooth® alla lampadina Magic Blue (disponibile come opzione) o all’eSense Pulse. Questo è obbligatorio per Android e non rientra nelle possibilità dell’editore dell’App eSense. Non vengono raccolti dati standard, la funzione standard non viene utilizzata.
    • Accesso al Bluetooth®: Se l’app eSense viene utilizzata con la lampadina intelligente Magic Blue per fornire un biofeedback modificando il colore e la luminosità della lampadina, è necessario collegarla tramite Bluetooth® all’interno dell’app. A tal fine, si utilizza la funzione Bluetooth®. Anche per il sensore di polso eSense è necessario il Bluetooth®, poiché trasmette i dati via Bluetooth®.

    Trasmissione di dati di utilizzo anonimi e rapporti di crash

    Per migliorare la stabilità tecnica dell’App eSense e il rilevamento degli errori di codice, utilizziamo il servizio Sentry. Sentry serve solo a questi scopi e non valuta alcun dato a fini pubblicitari. La trasmissione avviene in forma anonima e solo con una connessione internet esistente.

    Dati elaborati

    Dati di utilizzo, metadati (ID del dispositivo, dati del dispositivo, indirizzo IP).

    Misure di protezione speciali: Mascheramento IP, cancellazione immediata.

    Divulgazione del software esterno Functional: Functional Software Inc., Sentry, 132 Hawthorne Street, San Francisco, California 94107, USA.

    Informativa sulla privacy: https://sentry.io/privacy/.

    Trattamento in paesi terzi: USA

    Garanzia per il trattamento in paesi terzi: Privacy Shield, https://www.privacyshield.gov/participant?id=a2zt0000000TNDzAAO&status=Active.

    Cancellazione dei dati: Le informazioni relative al dispositivo o al momento dell’errore vengono raccolte in forma anonima e non vengono utilizzate per scopi personali e quindi cancellate.

    Informazioni mediche

    I sensori Mindfield eSense non sono dispositivi medici e possono quindi essere utilizzati solo per ridurre lo stress.

    Se soffrite di una malattia, non eseguite alcun trattamento da soli e consultate sempre un terapeuta.

    Garanzia del produttore Tutti i nostri prodotti sono coperti da garanzia legale. In caso di problemi con i nostri prodotti, vi preghiamo di contattarci direttamente. Vedere la sezione “Contatti” di questo manuale.