Help Center
< All Topics

Risposta di conduttanza cutanea (SCR)

La conduttanza cutanea contiene due componenti: il “livello” tonico, statico, e le “reazioni” fasiche, fluttuanti, che di solito vengono indicate come risposte della conduttanza cutanea (SCR).

Mentre il “livello” √® ben rappresentato dalla media dei valori misurati, l’eSense Skin Response misura anche la quantit√† di Skin Conductance Response (SCR) al minuto. In generale, un numero pi√Ļ elevato di SCR al minuto √® un indicatore di maggiore stress. L’esperienza, che √® in linea con la letteratura scientifica, suggerisce che[1] suggerisce che un quadro “rilassato” √® compreso tra 0 e 5 SCR al minuto. Da 6-9 SCR/min inizia uno stato animato. A partire da 10 o addirittura da 16 SCR/min, si pu√≤ ipotizzare un livello di stress o addirittura di stress elevato.


[1] Boucsein, W. B. (2011). Attività elettrodermica (2. Aufl.). Berlino, Germania: Springer.

L’SCR √® ottimo per confrontare le sessioni di biofeedback tra loro. Se l’obiettivo dell’allenamento √® la riduzione dello stress, la quantit√† di SCR/min dovrebbe diminuire nel corso di diverse sessioni. Nell’archivio dell’applicazione, √® possibile confrontare le diverse sessioni tra loro.

Il valore medio in ¬ĶS di una sessione √® un indicatore del “livello”, cio√® di quanto √® alto il livello di base della tensione o della distensione. Si dovrebbe cercare di abbassare questo valore anche durante l’allenamento di riduzione dello stress. Il valore medio prende in considerazione anche l’SCR e viene falsato con molti SCR/min. Pertanto, per determinare il proprio “livello di stress” in ¬ĶS, si dovrebbe utilizzare un fotogramma il pi√Ļ tranquillo possibile senza SCR.

Nell’applicazione eSense abbiamo colorato gli SCR/min. Gli SCR bassi sono verdi o gialli e gli SCR/min alti sono arancioni o rossi. Durante la misurazione, gli SCR riconosciuti sono colorati all’interno della curva. Due esempi tratti dalla nostra applicazione:

Esempio di misurazione in uno stato di rilassamento con pochi SCR/min (verde e giallo)
Esempio di misurazione in stato di stress con pi√Ļ SCR/min
(giallo e arancione)

Nel diagramma di destra √® riportato anche il tempo in cui i valori aumentano, diminuiscono o sono rimasti costanti. Con l’aumento della sollecitazione, la curva sale pi√Ļ spesso e pi√Ļ a lungo di quanto si mantenga stabile o scenda. Questo √® anche un parametro ideale per analizzare e confrontare le sessioni di biofeedback.

L’intero processo di rilevamento e calcolo dell’SCR √® un ciclo di quattro fasi:

  1. Stato di ascolto
  2. Determinazione se l’aumento del segnale √® davvero un SCR
  3. Raccolta e calcolo della SCR e ascolto asincrono della fase di recupero della SCR
  4. Avvio della fase di recupero e fine della fluttuazione
Stato di ascoltoDeterminare se il segnale di aumento è davvero un SCR
Avvio della fase di recupero e fine della fluttuazioneRaccolta e calcolo di SCR e ascolto asincrono per la fase di recupero SCR

Le 4 fasi in dettaglio


1. Stato di ascolto

Il ciclo inizia nella prima fase, lo stato di ascolto. Questo è lo stato standard predefinito.

2. Determinazione dell’aumento del segnale

Esistono due modi per rilevare l’inizio di un avvio dell’SCR. I valori possono aumentare lentamente con un piccolo passo o molto velocemente con una grande ampiezza. In questo modo si creano le seguenti condizioni:

  1. Il segnale aumenta costantemente per 2 secondi
  2. La differenza tra il segnale attuale e il valore di base presunto (il valore che viene considerato come il primo valore nel segnale crescente. Ma in questa fase, non è ancora confermato come valore di base) è superiore a 0,5 micro siemens.
    In parole povere, l’applicazione reagir√† a un aumento improvviso del segnale e lo confermer√† come inizio della fluttuazione, senza attendere 2 secondi (come nella prima condizione)

Se il segnale scende anche solo di 0,1 micro siemens durante l’aumento, l’app abbandona questa seconda fase e torna alla prima fase (lo stato di ascolto). In caso contrario, continuer√† con le due fasi successive 3 e 4.

3. Raccolta e calcolo dell’SCR (fluttuazione)

Se una delle due condizioni della seconda fase √® soddisfatta, l’applicazione entra nella terza fase, la fluttuazione. Il primo segnale del periodo di fluttuazione √® il valore di base di un segnale di fluttuazione. Durante l’intero periodo di fluttuazione, l’applicazione rileva l’ampiezza che cambia costantemente. Quindi l’applicazione inizia a calcolare gli eventi SCR a livello globale e in una finestra temporale di un minuto. Il risultato √® il valore SCR/min.

4. Avvio della fase di recupero

Si considera che la fluttuazione entri nella fase di recupero (fine della fluttuazione) quando il segnale scende di oltre il 50% dell’ampiezza massima del periodo di fluttuazione.

Questa è anche la fase in cui il colore del grafico viene modificato (in base alla quantità di eventi SCR che si sono verificati). Anche i colori dello sfondo SCR vengono calcolati (dividendo gli intervalli di tempo in segmenti uguali e ottenendo la somma degli eventi SCR di ciascun segmento).



Questions

Leave a Question

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha Plus loading...